ABBATTUTA IN TRENTINO L’ORSA CATTIVA.

 

14 AGOSTO 2917.
KJ2: “L’Orsa cattiva”
Questo l’acronimo dato all’orsa abbattuta dalla polizia provinciale di Trento, dopo aver accertato che fosse realmente lei ad aver aggredito un uomo di settant’anni che passeggiava in montagna con il suo cane.

Un episodio che divide da sempre la popolazione tra chi è dalla parte dell’uomo chi da quella dell’orso abbattuto. Non è il primo e sicuramente non sarà l’ultimo. Tre anni fa, quando venne abbattuta Daniza l’orsa mamma di due cuccioli, feci immediata denuncia con un’interrogazione parlamentare a cui il ministro rispose dopo quasi due anni, con motivazioni plausibili ed evidenziando tutto l’iter che si concluse con una sanzione di 2000 euro contro il veterinario che fece l’anestesia letale.
La potete rileggere qui: http://aic.camera.it/aic/scheda.html
La provincia di Trento gode di importanti contributi per il ripopolamento dell’orso, sarebbe interessante seguire la filiera di questi contributi e soprattutto se mette in sicurezza gli orsi dalle continue intrusioni umane.
Non mancherò di produrre un’interrogazione al Ministro.
Vedremo come si difenderà.
La provincia di Trento non è “autonoma” di fare quello che vuole.
Le leggi vanno rispettate e gli animali anche.
Il problema è che questi ultimi non hanno diritto di voto e nemmeno tribunali gestiti dalla loro specie animale.
Unica loro difesa sono le unghie e i denti, e per aiutarli, se sarà necessario, li tireremo fuori anche noi!

Privacy Policy | On.Serena Pellegrino, Sinistra Italiana. Tutti i contenuti riservati salvo diversamente indicato. | Credits