LA MONTAGNA UN’IMMENSA RISORSA. GEMONA, SUMMER SCHOOL UNIUD, 24 – 29 LUGLIO 2017

 

Un fine settimana tutto dedicato alla montagna.

Sono stata ospite a Gemona del Friuli alla Summer School organizzata dall’Università di Udine sotto la guida del dott. Nicola Strizzolo che ha approfondito incentrando tutto il corso sulla tematica della prevenzione e della sicurezza partendo dall’esperienza del terremoto e della ricostruzione in Friuli. Quali sono state le caratteristiche che hanno permesso di elaborare il cosiddetto “modello Friuli”, mai più ripetuto in nessun’altra occasione attualizzandolo con l’elaborazione di un vademecum della prevenzione, un documento che dovrebbe essere messo a disposizione di ogni cittadino.

La forza e la tenacia di un popolo che, davanti all’emergenza, è stato in grado di utilizzare gli aiuti per la ricostruzione con lucidità, facendoli fruttare secondo il principio della cooperazione.

Questa è una delle caratteristiche che ancora oggi può far rivivere la montagna: la cooperazione contro il modello della competitività e della concorrenza.

Agricoltura, allevamento e artigianato per promuovere la conoscenza della cultura attraverso un turismo lento che ridia la misura del vivere nel ben-essere: questa la sintesi del convegno tenutosi oggi a Socchieve all’apertura della rassegna dell’artigianato carnico alla presenza del vice Presidente della giunta regionale Sergio Bolzonello, Giorgio Geatti e dei sindaci Coriglio Zanier e Francesco Brollo.

Un popolo silenzioso che nei secoli ha radicato il proprio know-how artistico e artigianale trasmettendolo di padre in figlio.

Non è con il trasferimento dell’industria tout court che si fa rinascere la montagna ma appaiando alle attività primarie un’industria che sia utile all’economia locale.

Solo così si può ridare slancio a un’incredibile risorsa quale la montagna, che da sempre può vantare l’autosufficienza ed essere in grado di superare ogni crisi sistemica come quella che sta mettendo in discussione tutto il sistema economico internazionale.

I “giardinieri della montagna”, così definisce Philippe Daverio gli agricoltori della montagna, in grado di mantenerla bella e pulita a totale giovamento anche della pianura.

Un progetto che va perseguito è finanziato ogni giorno con l’aiuto delle istituzioni. Grazie per avermi fatto respirare la vostra bellezza.

Privacy Policy | On.Serena Pellegrino, Sinistra Italiana. Tutti i contenuti riservati salvo diversamente indicato. | Credits