PROFESSIONISTI IN PIAZZA PER DENUNCIARE GLI EFFETTI DELLA CANCELLAZIONE DEI MINIMI TARIFFARI.

 

ROMA. 13 maggio 2017. ECCOCI TUTTI IN PIAZZA!

Oggi in piazza scendono 130 ordini di  professionisti italiani per denunciare gli effetti della cancellazione dei minimi tariffari e per chiedere l’equo compenso per la qualità e la dignità del lavoro. Sono architetti, ingegneri, avvocati e medici. Atto inusuale per una categoria di laboratori che si è sempre trovata nella terra di mezzo.
Né padroni né operai.
Difesi da nessuna rappresentanza oggi si trovano a essere divorati dal modello delle società di capitale che vuole cannibalizzare il loro lavoro senza produrre l’equo compenso.
La qualità del lavoro professionale viene meno e associato ai massimi ribassi dà come esito il crollo di una cultura che ci ha fatto riconoscere in tutto il mondo come un’eccellenza.
Poi ci stupiamo se i ponti crollano.
La presenza degli avvocati e dei medici è determinate. Ormai le scelte politiche degli ultimi quindici anni stanno aprendo un divario incolmabile.
È arrivato il momento di dire basta e di ridare dignità senza paura. Il ministro Poletti dice di venire a investire in Italia perché qui gli ingegneri costano poco. È una vergogna non accettabile.

 

Privacy Policy | On.Serena Pellegrino, Sinistra Italiana. Tutti i contenuti riservati salvo diversamente indicato. | Credits