RADUNO X MAS. PELLEGRINO: LE FORZE DEMOCRATICHE SONO INDIGNATE

IL PICCOLO.
18 gennaio 2018.

Scrive Francesco Fain

Di Gianantonio: «Saremo in piazza Municipio». Pellegrino: «Le forze democratiche sono indignate». Raduno Decima Mas, la condanna dell’Anpi

Celebrazioni della Decima Mas: scoppia la polemica, come negli anni passati.
Con la contromanifestazione dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) che si svolgerà in concomitanza con l’altra cerimonia, davanti al municipio di Gorizia.A spiegare i motivi dell’iniziativa la presidente dell’Anpi di Gorizia, Anna Di Gianantonio. Che ricorda come «Il comune di Udine, medaglia d’oro della Resistenza, su iniziativa del consigliere Mario Barel, ha deciso di non concedere gli spazi pubblici a quelle organizzazioni che si richiamino alle idee del nazifascismo, perchè contrarie a quanto prescritto dalla legge. Con Udine altri Comuni faranno la stessa cosa». Una premessa per dire che «a Gorizia, anch’essa medaglia d’oro della Resistenza, il sindaco con tutti gli onori riceverà i reduci della Decima Mas e davanti al Comune (ma la circostanza non trova nessun riscontro dalla Questura, ndr) ci sarà una manifestazione di CasaPound che al fascismo si ispira. La presenza dei fascisti del secondo millennio ancora una volta blinda la città – sottolinea Di Gianantonio – impedendo la libera circolazione delle persone. Ormai, attorno a CasaPound, si crea una sorta di cordone sanitario che sottrae un pezzo di Gorizia ai goriziani. Per Gorizia, per tutti gli antifascisti incarcerati in via Barzellini, deportati nei campi di concentramento o uccisi in Castello, questa è una grave offesa. Come al solito l’amministrazione, sollecitata più volte dall’Anpi senza ottenere alcuna risposta, si distingue non perchè guarda al futuro, ma perchè cammina con la testa rivolta indietro, verso il nostro passato più buio. Invitiamo tutti i consiglieri comunali e le persone che hanno a cuore la Costituzione a prendere posizione contro questa autentica ferita alla democrazia. Gli antifascisti saranno in piazza il 20 gennaio alle 10.30 per manifestare la loro indignazione».In parallelo, interviene la parlamentare Serena Pellegrino (Liberi e Uguali-Sinistra Italiana). «Ricordo che i componenti dell’Associazione X Mas, in occasione della protesta organizzata dall’Anpi gli anni scorsi, hanno ritenuto di dover rispondere ai manifestanti con il saluto fascista, quello che la Corte di Cassazione ha ritenuto vada punito come reato perché istiga all’odio razziale e rinnovella l’intolleranza ai valori democratici. È probabile e possibile che rivedremo il saluto fascista, sabato 20 gennaio, a Gorizia: il sabato successivo, il 27 gennaio, l’Italia e tutta l’Europa celebrano, in base a una risoluzione dell’Onu, la Giornata della Memoria. La scelta dell’amministrazione comunale non solo suscita l’indignazione delle forze democratiche e antifasciste, ma esprime una insopportabile ambiguità sulla nostra storia e quel che è più grave sul nostro futuro».(fra.fa.)

Privacy Policy | On.Serena Pellegrino, Sinistra Italiana. Tutti i contenuti riservati salvo diversamente indicato. | Credits