SERENA PELLEGRINO: DI NUOVO IN FVG SI RIPARLA DEL PROGETTO AUTOSTRADALE CIMPELLO – GEMONA. ESEMPIO DI PUBBLICA INUTILITA’, ESORBITANTI COSTI SOCIALI E IRREVERSIBILI DANNI PAESAGGISTICI ED AMBIENTALI.

 

COMUNICATO STAMPA. 29 dicembre 2017

PROGETTO AUTOSTRADALE CIMPELLO – GEMONA.
SERENA PELLEGRINO ( LIBERI E UGUALI – SINISTRA ITALIANA): CHI RIPESCA UN VECCHIO PROGETTO, COSTOSO, INUTILE E DEVASTANTE RIPROPONE IL SOLITO MECCANISMO DELL’ABUSO DEL TERRITORIO BENE COMUNE PER INTERESSI E PROFITTO PRIVATO.

“E’ incredibile come dai cassetti degli assessorati agli asfalti periodicamente, e a seconda delle necessità mediatiche, si facciano saltar fuori progetti che ci auguravamo fossero invece finiti nel trita documenti.
Lo afferma la parlamentare Serena Pellegrino ( Liberi e Uguali – Sinistra Italiana) vicepresidente della commissione Ambiente alla Camera dei Deputati riferendosi al raccordo autostradale Cimpello – Sequals – Gemona.
“ Il Friuli Venezia Giulia vanta una sciagurata posizione di testa nelle classifiche del consumo di suolo ma evidentemente intende migliorare questo triste primato: leggere nuovamente che questa opera, di conclamata pubblica inutilità e dal violento impatto ambientale su un territorio fragile e prezioso, debba stare nelle agende del governo regionale lascia interdetti.  Ma il fatto che a stretto giro di posta non giunga l’immediato “ no, grazie” da parte dell’istituzione regionale fa comprendere la vacuità delle politiche ambientali di questa amministrazione, completamente scoordinate  se non apertamente contraddittorie con le iniziative relative ai settori infrastrutturale e delle opere pubbliche, energetico, agricolo, di messa in sicurezza del territorio.
Conclude Pellegrino: “Possiamo discuterne? Evidentemente no, indipendentemente da chi sia l’interlocutore. Chi  abbia veramente a cuore il destino del Friuli Venezia Giulia propone un progetto di sviluppo che sta entro i limiti ecologici di un territorio già esageratamente cementificato e sfregiato. E chi invece va a imbonire l’elettorato, scaricando sulle prossime generazioni gli interessi negativi – sociali, paesaggistici e ambientali –  dell’irreversibile alterazione ambientale di un’opera costosa e inutile come la Cimpello – Gemona, replica il copione che ha sventrato l’Italia e le sue ricchezze naturali: lo scempio del territorio bene comune per l’interesse e il profitto privati.”
Qui le informazioni sul progetto e la disamina delle ragioni del dissenso: http://www.comitato-arca.it/archivio/fatti-e-considerazioni/204.html

Privacy Policy | On.Serena Pellegrino, Sinistra Italiana. Tutti i contenuti riservati salvo diversamente indicato. | Credits